Il Blog del GSG

notizie per speleo e non...

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso

Il Respiro delle Grotte

Inviato da il in Altro
  • Dimensione carattere: Maggiore Minore
  • Visite: 2065
  • 0 Commenti
  • Iscriviti a questo post
  • Stampa
  • PDF

IL RESPIRO DELLE GROTTE – Piccole divagazioni sulla profondità
“Il respiro delle grotte” - Piccole divagazioni sulle profondità
Autore: Natalino Russo
Editore: Ediciclo
Prezzo di copertina: 8,50 €

E' uscito in libreria a fine ottobre il nuovo libro di Natalino Russo “Il respiro delle grotte”, piccole divagazioni sulle profondità, come recita il sottotitolo.

Il volume, sarà pubblicato nella collana “Piccola filosofia di viaggio” di Ediciclo.

 

Nel libro, Russo  prendendo a pretesto un’avventura speleologica, prova  a parlare di esplorazione in chiave un po’ più ampia nel tentativo di incuriosire non solo esploratori e viaggiatori, ma anche gli altri frequentatori della montagna.

 

Attingendo alla sua ventennale esperienza, l’autore – tra i più attivi e poliedrici speleologi italiani – narra di grotte grandi e piccole, e degli uomini che le scoprono, le esplorano, le documentano, si battono per proteggerle. E’ un viaggio affascinante nelle tre dimensioni delle montagne e nelle correnti d’aria che le attraversano.

 

Il libro: un viaggio negli abissi

 

Le grotte sono l’ultima frontiera dell’esplorazione. L’acqua scorre dentro le montagne, vi scava abissi, costruisce immensi reticoli tridimensionali, profondi e tenebrosi. Questi vuoti sono geografie lontane e invisibili. Lì, sottoterra, non arriva l’occhio dei satelliti, non funzionano né radio né telefoni. Per sapere cosa c’è oltre il buio, bisogna proprio andarci. Ed è un viaggio che soltanto gli speleologi intraprendono: illuminano per la prima volta luoghi mai visti, ne disegnano i confini sulle carte, gli danno i nomi.

(fonte: Moutaing Blog)

LEGGI ANCHE LA RECENSIONE SU SCINTILENA.COM, a cura di Andrea Scatolini

0

Commenti