Pendice NE di Monte Erdigheta (Carpineto Romano, RM) PDF Stampa E-mail
Domenica 09 Settembre 2012

(testo di Manuela Merlo e Umberto Vitale)

Dopo la travagliata (per alcuni) e torrida (per tutti) estate, l'attività del gruppo sta ripartendo. E cosa c'è di meglio, per continuare a sgranchirsi dopo la palestra della scorsa domenica, che riprendere uno scavo lasciato a metà?

Il buchetto in questione aveva attirato l'attenzione di Luigi lo scorso gennaio, ed era nella sua forma originaria minuscolo e soffiante. Luigi c'era poi tornato con Antimo ed Umberto, ma la cavità, pur rivelandosi un bel pozzetto riempito, non si era concessa alla foga degli scavatori.

Decidiamo quindi di usare lo scavo come scusa per dormire in montagna (Manuela e Umberto), non senza aver affrontato prima una degna cena alla Sbirra. Il giorno dopo ci hanno raggiunti Barbara e Francesco, ed è andata così:

alt

Purtroppo il sottobosco delle faggete carpinetane è ancora dormiente nonostante le piogge della settimana scorsa, non vi era traccia di funghi. Abbiamo dovuto ripiegare sulla solita attività gastronomica, devo dire con discreta soddisfazione vista la qualità di cibo, beva e compagnia.

Unico neo l'attività fisica necessaria a conquistare l'appetito per il pasto. In quel buco ci si entra in uno soltanto, profondo ora 3 metri, per cui il nostro vicendevole alternarsi con l'obiettivo di consumare calorie ha richiesto circa 7 ore. Il metro cubo di sassi e terra movimentati e la profondità aumentata di quasi un metro sono stati comunque sufficienti a meritare il banchetto serale. Per gli amanti del cibo guadagnato ci ritorneremo a breve, la cosa può funzionare!


VAI ALLE FOTO !

Partecipanti: Umberto Vitale, Manuela Merlo, Francesco Boanelli, Barbara Mancini